Home » Sistemi HMS della DSIT: un nuovo strumento per contrastare i siluri

Sistemi HMS della DSIT: un nuovo strumento per contrastare i siluri

Si attende la fiera Euronaval 2022 di Parigi per scoprire i segreti del nuovo sistema antisom della DSIT Solutions, azienda israeliana impegnata nel campo della Difesa

Categorie Navi Militari · News

Durante la fiera Euronaval del 2022 che si terrà a Parigi dal 18 al 21 ottobre sarà possibile osservare i sistemi HMS della DSIT. Quale occasione migliore? La fiera Euronaval ha come oggetto la difesa navale e la sicurezza marittima oltre che i trasporti e la salvaguardia degli oceani. Ci toccherà dunque aspettare qualche altro giorno ma ne varrà sicuramente la pena!

La compagnia DSIT Solution è un punto di riferimento internazionale per quanto riguarda la difesa e sicurezza subacquea. La tecnologia sonar e acustica che DSIT intende presentare all’Euronaval 2022 è di tipo Hull Mounted Sonar (HMS) integrato con Anti-Torpedo Defence System (ATDS). Quest’ultimo è stato sviluppato dalla RAFAEL Armament Development Authority (meglio nota come RAFAEL) la quale, sempre israeliana, sviluppa sistemi d’arma.

I sistemi HMS della DSIT sono adatti ad una gran varietà di navi

Il sistema include il sistema Hull Mounted Sonar (HMS) di DSIT e l’Anti-Torpedo Defence System (ATDS) di RAFAEL, composto dal siluro SCUTTER Mk3 di 3a generazione soft-kill decoy e dalla soluzione hard-kill TORBUSTER SP.  Il sistema completo può essere installato su una gran varietà di navi di superficie e far parte di una suite di protezione completa per rilevare, classificare e neutralizzare le minacce. Hanan Marom, VP BD & Marketing presso DSIT Solutions è orgoglioso di presentare l’efficace risposta di ultima generazione ai siluri:

“I sistemi DSIT HMS forniscono alle navi capacità avanzate di rilevamento delle minacce, migliorando la sopravvivenza e l’efficacia della missione in ambienti contesi. I sistemi HMS aggiornati sono stati progettati per rilevare tutti i tipi di torpedo, compresi quelli più moderni. Inoltre, grazie all’elaborazione avanzata del segnale e agli algoritmi, il sistema consente funzionalità di rilevamento e allarme automatico altamente accurate, che si interfacciano con il Combat Management System (CMS) di qualsiasi nave e qualsiasi sistema di contromisura siluri”.

Come agiscono i sistemi HMS della DSIT

I sistemi HMS di DSIT consentono di rilevare rapidamente i siluri avvertendo l’equipaggio, in modo da effettuare prontamente manovre evasive. Prevede modalità attiva e passiva per intercettare qualsiasi tipo di torpedo in avvicinamento. Gli strumenti restano costantemente attivi senza temere condizioni meteomarine avverse. Il rilevamento è a 360°; elabora più obiettivi contemporaneamente con un bassissimo rischio di falsi allarmi.

Per quanto riguarda l’allarme, esso è automatico, dunque un operatore è necessario solo in seguito all’avviso di siluro in avvicinamento. I sistemi HMS di DSIT sono offerti in una varietà di configurazioni adatte a quasi tutte le dimensioni per navi esistenti o ancora da costruire. Per Yoram Israeli, Marketing and BD Director presso RAFAEL’s Naval Directorate, la cooperazione delle due compagnie ha dato i frutti sperati. Le navi di superficie potranno contrastare adeguatamente le più pericolose e significative minacce messe in atto da mezzi subacquei:

“Le innovazioni dei laboratori delle due aziende hanno portato a nuovi sistemi che hanno dimostrato la loro efficacia nella sfera navale subacquea sia per i sottomarini che per le navi di superficie. Siamo entusiasti di presentare il sistema completo di difesa anti-siluro (ATDS) delle aziende, in grado di rafforzare la difesa nei confronti dei siluri da parte delle marine del mondo”.

Durante la fiera Euronaval del 2022 che si terrà a Parigi dal 18 al 21 ottobre sarà possibile osservare i nuovi sistemi HSM della DSIT Solutions. Quale occasione migliore? La fiera Euronaval ha come oggetto la difesa navale e la sicurezza marittima oltre che i trasporti e la salvaguardia degli oceani. Ci toccherà dunque aspettare qualche altro giorno ma ne varrà sicuramente la pena!
Hull Mounted Sonar (photo: DSIT)

Non perdere gli altri articoli MarineCuE!

La Barcolana 54 si conclude dopo un calendario ricco di eventi. La regata si svolge ogni anno a Trieste, precisamente la seconda domenica di ottobre. I giorni prima della Barcolana intrattengono il pubblico con eventi sia a terra che a mare. Molta attenzione quest’anno al tema ambiente con progetti dedicati soprattutto ai giovanissimi. Termina dunque la 54° edizione della regata internazionale che ha raccolto a Trieste gli appassionati della vela.

Il 7 ottobre 2022, la Russia vara il pattugliatore Purga. L’evento è fortemente sentito essendo questa nave la prima rompighiaccio di tale stazza appositamente progettata per la Beregovaja ochrana, ovvero la Guardia costiera della Federazione Russa. Il progetto 23550 prevede, oltre alla costruzione delle due navi per la Guardia Costiera, anche una coppia per la Marina militare. La principale nave è la Ivan Papanin destinata alla Marina e già in acqua dal 25 ottobre 2019. Le navi devono essere tutte operative entro il 2024.

Lascia un commento