Home » Vaccini anti Covid-19: l’ambulatorio ospitato dalla Marina Militare a Nisida

Vaccini anti Covid-19: l’ambulatorio ospitato dalla Marina Militare a Nisida

Mentre la campagna vaccinale col generale Francesco Paolo Figliuolo va spedita, alcuni ancora sono in attesa della propria dose per diversi motivi, tra cui la difficoltà nel raggiungere le strutture per la vaccinazione. Un ambulatorio mobile aiuta quest’ultimi e la Marina Militare lo ospita a Nisida in questi giorni

Categorie Covid-19 · Navi Militari · News

Anche se la campagna vaccinale va spedita, ancora molti sono in difficoltà coi vaccini anti Covid-19. Tante persone sono costrette a rinunciare al vaccino perché impossibilitate a raggiungere i siti dove le dosi vengono somministrate. Fortunatamente c’è chi da il suo contributo e aiuta lo Stato come può: con mezzi semplici e sensibilità smisurata. È il caso dell’associazione no profit “Vivere per Amare – Live to Love” un’associazione italiana indipendente e aconfessionale riconosciuta ONLUS il 4 dicembre del 2009.

Il contributo della Marina Militare Italiana con i vaccini anti Covid-19

La Marina Militare Italiana è sempre pronta e disponibile ad assistere e proteggere la popolazione del Paese. L’aiuto delle forze armate arriva e fa la differenza soprattutto negli scenari più critici come quello della pandemia. Presso il Comando Logistico della Marina Militare situato a Nisida arriva l’ambulatorio dell’associazione no profit “Vivere per Amare – Live to Love”. La ONLUS ha già collaborato con la Marina Militare col progetto SeaReN. Il progetto di educazione archeologica ed ecologica è molto importante per i ragazzi disabili. Il Nucleo Subacquei d’Italia sostiene le attività ed aiuta i ragazzi con problemi alla vista durante le immersioni.

Anche se la campagna vaccinale va spedita, ancora molti sono in difficoltà coi vaccini anti Covid-19. Tante persone sono costrette a rinunciare al vaccino perché impossibilitate a raggiungere i siti dove le dosi vengono somministrate. Fortunatamente c’è chi da il suo contributo e aiuta lo Stato come può: con mezzi semplici e sensibilità smisurata. È il caso dell’associazione no profit "Vivere per Amare - Live to Love" un’associazione italiana indipendente e aconfessionale riconosciuta ONLUS il 4 dicembre del 2009.
Ministero della Difesa: Marina Militare

L’associazione è ospitata a Nisida e mette a disposizione per la campagna dei vaccini anti Covid-19 un ambulatorio mobile. L’iniziativa è davvero importante e contribuirà ad accelerare il piano vaccinale. Con l’aiuto della Marina Militare Italiana, anche chi ha difficoltà a raggiungere gli hub anticovid istituzionali può ottenere i vaccini anti Covid-19. Il Capitano di Vascello Stefano Calvetti, Capo Ufficio Generale Maricomlog, è molto felice di ospitare l’ambulatorio nel Comando Logistico di Nisida.

“La Marina Militare non è nuova a queste iniziative, anzi, in questa fase di pandemia siamo in prima linea, a trecentosessanta gradi, con tutto il nostro personale sanitario, logistico e non solo, per aiutare sia la Protezione Civile, sia il Sistema Sanitario Nazionale, nel contrasto al virus”.

L’ambulatorio mobile per gli “esclusi” dalla campagna vaccinale

L’ambulatorio mobile che somministrerà i vaccini anti Covid-19 si trova attualmente a Nisida. Il tir acquistato dell’associazione era in precedenza adibito a campagne di prevenzione, offrendo gratuitamente screening per contrastare malattie gravi come i tumori. A causa della pandemia il veicolo è stato riadattato per aiutare nella somministrazione dei vaccini anti Covid-19.

Il tir è un vero e proprio polo mobile che può raggiungere anche chi vive in zone inagibili o lontane dagli hub anticovid istituzionali. Composto da tre parti, i due vani centrali hanno una sala d’attesa ed un ambulatorio con carrello d’emergenza, defibrillatore, elettrocardiografo, sterilizzatrice ed ossigeno. L’ultimo vano è invece adibito a spogliatoio con sanitari per il personale.

L’associazione è ospitata a Nisida e mette a disposizione per la campagna dei vaccini anti Covid-19 un ambulatorio mobile. L’iniziativa è davvero importante e contribuirà ad accelerare il piano vaccinale. Con l’aiuto della Marina Militare Italiana, anche chi ha difficoltà a raggiungere gli hub anticovid istituzionali può ottenere i vaccini anti Covid-19.
Ministero della Difesa: Marina Militare

Italia al quarto posto nel mondo per somministrazioni di vaccini anti Covid-19

L’Italia ha somministrato oltre 29 milioni di dosi di vaccini anti Covid-19, sotto la guida del generale Francesco Paolo Figliuolo. Tale numero porta l’Italia tra i primi posti nella classifica mondiale per dosi somministrate ogni 100 abitanti: secondo i conteggi di “Our World in Data“, nel nostro Paese le dosi iniettate sono 48 dosi ogni 100 persone. Ai successi ottenuti seguiranno degli aggiornamenti sulle restrizioni. Secondo i dati raccolti fino ad oggi (21 maggio 2021), è possibile un’Italia tutta gialla da lunedì. Per i primi passaggi in zona bianca e maggiori libertà occorre attendere il mese di giugno.

Invitiamo tutti a conservare l’attenzione e la prudenza sempre raccomandata. Le minori restrizioni e l’ottimismo non devono assolutamente inebriare: il numero dei contagiati e quello dei morti è comunque considerevole. Nel mondo si contano oltre 165 milioni di casi e 3,4 milioni di morti: l’Argentina entra in lockdown e terrorizza il Regno Unito la variante indiana che aumenta di oltre il 160%. Se vogliamo sconfiggere il virus e ritornare ad una vita senza timori per noi ed i nostri cari, dobbiamo seguire le indicazioni dagli organi competenti. Non possiamo accontentarci di un miraggio: solo abbandonando opportunismo e presunzione ci riapproprieremo della libertà.

Lascia un commento