Home » SDB-Online: la rivoluzionaria app per la batimetria dei fondali

SDB-Online: la rivoluzionaria app per la batimetria dei fondali

La compagnia EOMAP fornisce uno strumento online che consente di accedere a dati batimetrici riguardo aree costiere in maniera rapida e semplice. Questo aiuterà tante figure professionali, risparmiando loro tempo e denaro

Categorie Ingegneria Navale

Si chiama SDB-Online la nuova app web per la batimetria dei fondali bassi. L’applicazione è in grado di disegnare delle griglie batimetriche e salvarle nel cloud. La compagnia EOMAP che fornisce il servizio ha grande esperienza nel campo della batimetria derivata da satelliti. Nel 2015 e nel 2022, l’Ufficio idrografico del Regno Unito si affida a EOMAP per la fornitura di SDB (Satellite-Derived Bathymetry).

Si chiama SDB-Online la nuova app web per la batimetria dei fondali bassi. L’applicazione è in grado di disegnare delle griglie batimetriche e salvarle nel cloud. La compagnia EOMAP che fornisce il servizio ha grande esperienza nel campo della batimetria derivata da satelliti. Nel 2015 e nel 2022, l’Ufficio idrografico del Regno Unito si affida a EOMAP per la fornitura di SDB (Satellite-Derived Bathymetry).
photo: EOMAP

Come funziona SDB-Online?

L’app SDB-Online permette agli utenti di accedere alle informazioni su indagini batimetriche ad alta risoluzione. Tali dati sono stati curati dalla compagnia EOMAP ed ottenuti tramite satellite (SDB). È la prima app nel suo genere a vantaggio di tanti professionisti e ricercatori, i quali potranno accedere al database in qualunque momento. Non sarà più necessario spendere risorse e tempo per indagini in loco.

La tecnologia EOMAP calcola le profondità marine invertendo la luce solare attraverso l’atmosfera e l’acqua, sfruttando immagini satellitari multispettrali. Con SDB-Online, questo processo è completo dopo quattro passaggi. L’utente accede a SDB-Online tramite browser e indica sulla mappa l’area di suo interesse. Fatto ciò, occorre selezionale le immagini sfruttando gli archivi dell’European Space Agency (ESA): l’utente può farlo manualmente o col supporto dell’IA. Segue poi l’analisi dell’applicazione che in coerenza agli standard ISO e OGC, disegna una griglia batimetrica e analizza l’area prescelta. È possibile anche aggiungere processi QA/QC da parte degli analisti EOMAP per valutare la bontà dei risultati.

SDB-Online elabora 10 riprese in meno di un ora con grande accuratezza. Se l’area di indagine è particolarmente trafficata da navi o frequentemente coperta da nuvole, l’app fornisce comunque ottimi risultati combinando più riprese, correggendo così eventuali disturbi. Chi utilizza altri software può inoltre integrare SDB-Online tramite interfaccia API. Quest’ultimo aspetto consentirà agli sviluppatori di migliorare lo strumento grazie al supporto e l’impegno degli utenti.

SDB-Online è un’applicazione rivoluzionaria

SDB-Online aiuterà ingegneri, geometri, modellatori e scienziati che nel loro lavoro sfruttano la batimetria. Per ottenere informazioni accurate era necessario indagare sul posto e ciò comportava enormi costi nonché tempo. Grazie all’applicazione tutto è molto più facile e rapido. Mona Reithmeier, manager SDB-Online ed esperta SDB presso EOMAP, afferma che:

“Gli esperti che gestiscono o studiano i bassi fondali costieri sperimenteranno un incredibile guadagno di tempo e informazioni: in pochi minuti potranno avviare routine automatiche di analisi e ricevere dati batimetrici ad alta risoluzione per i loro progetti”.

Rispetto agli usuali metodi di rilevamento navale e aereo, SDB consente di mappare ampie zone marine da remoto ed entro una frazione di tempo breve. È una tecnologia in ascesa che trova grande supporto da parte dei professionisti. Proprio la grande domanda verso tale strumento ne sprona il miglioramento.

Si chiama SDB-Online la nuova app web per la batimetria dei fondali bassi. L’applicazione è in grado di disegnare delle griglie batimetriche e salvarle nel cloud. La compagnia EOMAP che fornisce il servizio ha grande esperienza nel campo della batimetria derivata da satelliti. Nel 2015 e nel 2022, l’Ufficio idrografico del Regno Unito si affida a EOMAP per la fornitura di SDB (Satellite-Derived Bathymetry).
photo: EOMAP

Non perdere gli altri articoli MarineCuE!

Una esercitazione congiunta tra Royal Navy e Kaijō Jieitai ha luogo nel canale della Manica. Hanno preso parte all’addestramento le navi britanniche HMS Mersey e HMS Enterprise con quelle giapponesi JS Kashima e JS Shimakaze.

Lo studio del Moskstraumen porta a risultati straordinari dopo svariati tentativi poco soddisfacenti. Il Moskstraumen è un maelstrom che si verifica nel nord della Norvegia. Le correnti e le onde di quel luogo hanno ostacolato i convenzionali strumenti di ricerca per anni ma le cose sono cambiate. La tecnologia e il progresso hanno offerto un’alternativa a quanto finora fatto e permesso recentemente di ottenere ottimi risultati.

Le celle a combustibile (in inglese “fuel cells”) sono dispositivi in grado di generare in modo continuo elettricitàUna fuel cell trasforma l’energia chimica di un combustibile (ad esempio il metanolo) in energia elettrica e acqua. Tali dispositivi elettrochimici hanno acquisito nel tempo sempre più spazio e l’interesse continua a crescere anche in ambito navale. Le celle a combustibile non solo possono alimentare navi e veicoli unmanned ma anche fornire energia elettrica in aree poco accessibili.

Lascia un commento