Ormai la nave del futuro è alle porte: il suo nome? “Nave-Tesla”. L’azienda olandese Port-Liner ha avviato la progettazione di questa enorme nave-chiatta portacontainer totalmente elettrica!  Nave-Tesla viaggerà sarà introdotta sulla rotta Amsterdam-Rotterdam e sarà in grado di trasportare 280 container: il tutto permetterà di risparmiare ben 23000 viaggi su gomma, impiegando minore energia e riducendo di gran lunga l’impatto sull’ambiente.

La propulsione di questa unità è assicurata da enormi batterie elettriche: sulle navi infatti non si pone affatto il problema delle dimensioni delle batterie (a differenza di quanto succede per le automobili). La particolarità adottata su nave-Tesla sarà la forma delle batterie, uguali ai container trasportati a bordo, in modo tale da essere di facile trasporto, (dimensioni standard) e tali da poter essere sostituite ad ogni carico/scarico merce.

L’Unione Europea ha concesso un finanziamento di 7 milioni di euro, che uniti agli altri 93 stanziati direttamente dall’azienda consentiranno il varo di 6 “Navi Tesla”, durante il prossimo anno. Ton van Meegen, (amministratore di Port Liner) ha affermato che la situazione di Belgio e Olanda è come poche in Europa. In tutta Europa infatti, vi sono circa 7.300 navi da piccolo diporto, di cui ben 5.000 si trovano proprio in Belgio e Olanda. Ecco perché, nell’ambito dei trasporti via mare, la situazione potrebbe cambiare radicalmente. Le prime due unità sono in fase avanzata di realizzazione: infatti, il loro viaggio inaugurale sul canale Wilhelmina, potrebbe avvenire già durante l’autunno.

L’idea della nave-Tesla è davvero rivoluzionaria e potrebbe cambiare la navigazione non solo nei paesi del nord Europa, ma anche nel resto del mondo.

 

2 COMMENTS

    • Ciao Matt, ti premetto che non sono specializzato sul settore elettrico, sono più pratico nelle costruzioni navali! Cercherò comunque di risponderti! Bisogna prima vedere che tipo di batterie sono e purtroppo non ho trovato molte informazioni a riguardo; in ogni caso ti posso dare quasi per certo che una volta esauste, le batterie possono essere riciclate! 😉

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here